Atellier 1

Competenze di ricerca-azione-formazione: l'incontro tra teoria e pratica nell'azione dei mediatori

 

Organizzatori: Ana Maria Costa e Silva, University of Minho, Portugal & Clarisse Faria- Fortecöef, Cnam, Paris, France

L'obiettivo principale di questo seminario era identificare le capacità di ricerca-azione-formazione nella formazione e nell'azione dei mediatori. Il lavoro si è sviluppato attraverso una metodologia partecipativa promossa dagli autori del Workshop dalla presentazione di alcune domande ai partecipanti che ha previsto l'intervento e il dialogo tra tutti. Hanno partecipato dodici persone: insegnanti-ricercatori, mediatori-formatori e mediatori provenienti da Belgio, Portogallo, Spagna e Francia.

Diverse domande sono state pianificate per la discussione congiunta, vale a dire: i) Come impari a svolgere un ruolo di mediatore? ii) Cosa supportano le azioni dei mediatori? iii) Quali contenuti dovrebbero essere inclusi nella formazione dei mediatori? iv) Come valutare l'azione dei mediatori? v) Qual è il posto della teoria nella pratica della mediazione? vi) Qual è il tuo ruolo o la tua responsabilità nella formazione e nella pratica dei mediatori? vii) Quali sono le difficoltà incontrate in termini di articolazione tra la teoria e le pratiche dei mediatori? viii) Quali indagini vengono svolte nel campo della mediazione? ix) Quali sono i contributi della ricerca in termini di qualità della mediazione, suo approfondimento e sviluppo? x) Come sviluppare la ricerca in azione?

Tuttavia, la domanda iniziale, “su cosa si basa l'azione dei mediatori?”, Ha permesso di avviare il dibattito e generare un dialogo nell'arco di due ore integrando le risposte ai vari quesiti inizialmente previsti.


Le dimensioni principali citate sottolineano l'importanza e la necessità di integrare teoria e pratica nella formazione e nell'azione dei mediatori. Entrambi sono essenziali per l'azione e la formazione integrale dei mediatori, e il sistematico "avanti e indietro" tra teoria-pratica-teoria, teoria confrontata con la realtà e pratica, che suppone un feedback permanente e aggiornato in base ai cambiamenti permanenti nella realtà sociale.

Il livello teorico comprende la metodologia specifica della mediazione - modelli, metodi, tecniche e strumenti specifici - nonché i principi, i valori e l'etica professionale. La comunicazione è un contenuto centrale della formazione alla mediazione così come il metodo di ricerca-azione.

Il rapporto, l'articolazione della teoria con la pratica è assicurato dallo sviluppo di capacità di ricerca-azione-formazione che suppongono capacità di osservazione e analisi (dei contesti: sociale, organizzativo, territoriale, interpersonale ...) e di autoanalisi; registrazione, riflessione, consapevolezza e spiegazione.

La competenza di ricerca-azione-formazione dei mediatori si lavora / si sviluppa nell'incontro tra teoria e pratica, tra studenti, professionisti e formatori, nel processo di formazione sul campo con mediatori professionisti, attraverso la comunicazione e la riflessione tra tutti e la costruzione e la diffusione della conoscenza da parte dei mediatori stessi.

Questa abilità implica anche la capacità di porre domande sulle proprie pratiche e su se stessi, incluso un processo di supervisione e automonitoraggio che si sviluppa attraverso la riflessione e la registrazione / spiegazione in portafogli, registri, rapporti, storie di vita tra gli altri strumenti.